La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 vince 3-0 la finale d’andata della CEV Challenge Cup col Lugoj

25-15, 28-26, 25-17: la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 si aggiudica in 77 minuti la finale d’andata della CEV Challenge Cup contro le romene del CSM Lugoj. Un risultato netto frutto di una prova di forza e di carattere, ma non una passeggiata: in un Pala Gianni Asti sold out (3971 spettatori) Grobelna e compagne devono superare momenti di grande difficoltà, in particolare nel secondo set vinto ai vantaggi 28-26 in rimonta da 9-16.

Bregoli schiera la formazione tipo: diagonale Bosio-Grobelna, Mazzaro e Weitzel al servizio, Cazaute e Villani in banda, Spirito libero.
Nel primo set si lotta punto a punto fino all’11-11. Qui Chieri strappa su servizio di Weitzel allungando a 19-12, quindi chiude in tutta tranquillità 25-15 con un muro di Villani. A far pendere la bilancia dalla parte chierese sono l’eccellente lavoro in difesa (molto bene Spirito) e i tanti palloni toccati a muro; da segnalare anche gli efficaci turni di battuta di Cazaute.
Chieri soffre molto nell’inizio del secondo set, con alcuni errori di Grobelna e diversi palloni messi a terra da Martinuc. Sotto 1-8, le ragazze di Bregoli si trovano ancora indietro di 7 punti sul 9-16. Set e partita cambiano volto grazie a un proficuo turno si servizio di Mazzaro che riporta Chieri a contatto (15-16). Ritrovata l’incisività in battuta, il sorpasso sul 19-18 è firmato Cazaute. Le biancoblù guadagnano la prima palla set con Grobelna (24-23) ma Martinuc fa 24-24. Il Lugoj annulla altri due set-point, finché sul 26-26 due primi tempi di Weitzel valgono il 28-26.
Nel terzo set Chieri deve combattere su ogni pallone contro un Lugoj che tocca tanto a muro e difende ogni palla. Le biancoblù sono però compatte e in grande spolvero, e ribattono colpo su colpo. Grazie a un’ottima regia di Bosio che smarca le sue attaccanti (in evidenza Cazaute e Villani) i titoli di coda scendono sul 25-17, con strappo decisivo sul 12-11 e punto della vittoria concretizzato al quarto match-point su invasione ospite.

Migliori realizzatrici Villani (premiata MVP) e Cazaute con 15 punti, seguite da Grobelna (14) e Weitzel (11). Dall’altra parte della rete, 12 punti di Ruban e 11 di Martiniuc.
Ottimo il contributo nelle retrovie di Spirito che difende praticamente tutto, e nel complesso eccellente lavoro di squadra da parte di Chieri che centra un rotondo 3-0 che fa ben sperare in vista della finale di ritorno, mercoledì 22 marzo (ore 17,30 italiane) in Romania, a Timisoara.

«Oggi abbiamo vinto insieme: i tifosi ci hanno aiutato tantissimo, soprattutto nel secondo set quando eravamo un po’ in difficoltà – il commento a fine gara del capitano Kaja Grobelna – In Romania sarà una partita ancora più dura. Grazie a questa vittoria partiremo con un piccolo vantaggio che cercheremo di sfruttare al meglio, ma non bisogna mai mollare».

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-CSM Lugoj 3-0 (25-15; 28-26; 25-17)
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Bosio 2, Grobelna 14, Mazzaro 4, Weitzel 11, Cazaute 15, Villani 15; Spirito (L); Morello, Storck 3. N. e. Butler, Kone, Rozanski, Nervini, Fini (2L). All. Bregoli; 2° Piazzese.
CSM LUGOJ: Grbic, Martiniuc 11, Gemanariu 6, Bezhandolska 6, Ruban 12, Geogiana Popa 8; Popovic (L); Anghelache, Strachinescu 2, Rus, Roman 2. N. e. Adriana Popa. All. Segrt; 2° Rosu.
ARBITRI: Ivkovic (Croazia) e Souto Jimenez (Spagna).
NOTE: presenti 3971 spettatori. Durata set: 21′, 34′, 22′. Errori in battuta: 5-3. Ace: 5-5. Ricezione positiva: 49%-51%. Ricezione perfetta: 16%-17%. Positività in attacco: 46%-31%. Errori in attacco: 5-8. Muri vincenti: 14-7. MVP: Villani.

Foto di Luca Ravera