La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 ospita al PalaFenera il derby con Cuneo

Il primo derby del 2023 porta sulla strada della Reale Mutua Fenera Chieri ’76 la Granda S. Bernardo Cuneo. La partita, valida per la seconda giornata di ritorno, si giocherà al PalaFenera domani, sabato 14 gennaio, con fischio d’inizio alle ore 19.
Questo quindicesimo confronto fra i due club, che fra A2 e A1 si affrontano ininterrottamente dalla stagione 2017/2018 (il bilancio è di sette vittorie per parte), arriva a due mesi e mezzo dall’ultimo precedente, che lo scorso 27 ottobre vide le biancoblù imporsi 0-3 in trasferta. Entrambe le squadre sono reduci in campionato da un tie-break, Chieri vittorioso a Casalmaggiore, Cuneo di segno opposto in casa contro Vallefoglia: risultati che fanno sì che ora Chieri occupi il quinto posto in classifica con 29 punti, Cuneo il decimo a quota 16.
Due le ex, entrambe da parte chierese: la palleggiatrice Francesca Bosio e il libero Ilaria Spirito.

Al suo primo anno stabilmente in prima squadra, Alessia Fini ha già vissuto diversi derby Chieri-Cuneo nelle giovanili e in B2. E’ lei a fare il punto in casa Reale Mutua Fenera Chieri ’76 alla vigilia della gara.
«Siamo ripartite vincenti ma consapevoli di dover dare sempre il massimo per cercare di rimanere in corsa sia nel campionato sia in Challenge Cup – sottolinea il giovane libero biancoblù – A Casalmaggiore abbiamo incontrato una squadra molto forte che fin da subito ha cercato di metterci in difficoltà soprattutto con un buon servizio. Anche in Challenge più si va avanti più l’asticella si alza. Il derby contro Cuneo non sarà sicuramente facile, la squadra avversaria arriverà al PalaFenera in cerca di riscatto vista l’ultima sconfitta al tie-break contro Vallefoglia, e noi con la voglia di continuare a dimostrare il nostro miglior gioco. I derby sono sempre insidiosi ma contiamo sulle nostre capacità e sulla nostra tifoseria sempre pronta a supportarci».
Alessia Fini traccia quindi un bilancio personale della sua stagione: «Sono arrivata nelle giovanili di questa società il primo anno del loro passaggio in A1 e come per loro il mio percorso è stato un crescendo. Ho giocato nelle giovanili e in B2 per poi approdare quest’anno in pianta stabile in prima squadra. Anche se sono la più piccola mi hanno sempre fatta sentire parte del gruppo e mi aiutano molto. Il mio obbiettivo quest’anno è di poter attingere il più possibile dall’esperienza di chi gioca da più tempo di me, e di essere d’aiuto alla mia squadra».