Tre volte 25-17, la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 supera ancora 3-0 la Zanetti Bergamo

Ancora un 3-0 per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 contro la Zanetti Bergamo, come già ad agosto nell’incontro di Supercoppa che aveva inaugurato la stagione.
Senza Alhassan, tenuta a riposo precauzionale per un leggero problema al ginocchio, la squadra di Bregoli interpreta la partita in modo ottimale e aggiunge alla sua classifica altri 3 meritatissimi punti, che la fanno salire a quota 21 a ridosso del podio. Le biancoblù tengono sempre in mano le redini della gara, ribattono colpo su colpo quando le ospiti alzano il ritmo, e si aggiudicno tutti i tre parziali 25-17.
Nel tabellino sono tre le chieresi in doppia cifra: Grobelna (18), Frantti (13, premiata MVP) e Mazzaro (11). Fra le orobiche le migliori realizzatrici sono Faucette Johnson (13) e Loda (10).
Archiviata un’altra bella vittoria, la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 è già proiettata al prossimo impegno, martedì 8 dicembre a Busto Arsizio per il recupero della 10ª giornata.

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Zanetti Bergamo 3-0 (25-17; 25-17; 25-17)
REALE MUTUA FENERA CHIERI 76: Bosio 4, Grobelna 18, Mazzaro 11, Zambelli 5, Frantti 13, Perinell 7; De Bortoli (L); Fini. N.e. Mayer, Laak, Villani, Meijers, Marengo, Gibertini (2L). All. Bregoli; 2° Sinibaldi.
ZANETTI BERGAMO: Valentin, Lanier 1, Dumancic 5, Moretto 4, Enright 2, Loda 10; Fersino (L); Prandi 1, Faucette Johnson 13, Marcon. N.e. Mio Bertolo, Faraone. All. Turino; 2° Zanelli.
ARBITRI: Cerra di Bologna e Braico di Torino.
NOTE: durata set: 22’, 20’, 25’. Errori in battuta: 6-7. Ace: 5-1. Ricezione positiva: 82%-57%. Ricezione perfetta: 62%-34%. Positività in attacco: 52%-39%. Errori in attacco: 8-4. Muri vincenti: 4-1. MVP: Frantti.

La cronaca
Primo set – Dumancic e Frantti realizzano i primi punti del match. Sul 2-2 due colpi di Grobelna firmano il doppio vantaggio per Chieri, che Bergamo subito ricuce con Moretto e Lanier. Due errori orobici e un ace di Grobelna portano le padrone di casa a +3. Time-out ospite, ma al rientro in campo l’inerzia resta dalla parte della Reale Mutua Fenera Chieri ’76 che scappa via: 12-6 (Mazzaro), 15-7 (Mazzaro), 19-8 (di nuovo Mazzaro!). Turino cambia la diagonale inserendo Prandi e Faucette Johnson, poi fa entrare anche Marcon per Enright. Nel finale l’incontro si fa più equilibrato, la Zanetti Bergamo recupera qualche punto, ma le ragazze di Bregoli mantengono sempre il controllo e chiudono 25-17 alla seconda palla set grazie a un’invasione. Le migliori realizzatrici sono Grobelna, Frantti e Mazzaro con 6 punti a testa.

Secondo set – Rispetto al finale del set precedente Turino conferma Prandi in regia in diagonale con Faucette Johnson, e sposta Lanier in banda. Il punteggio resta in bilico fino al 5-5, qui le biancoblù prendono un paio di lunghezze di margine. L’incontro resta combattuto fino al 12-11 quando il set gira gradualmente a favore delle padrone di casa: 14-11 (Grobelna), 16-12 (Zambelli), 19-14 (Frantti). Il distacco tocca gli 8 punti col pallonetto di Perinelli che vale il 24-16. Dumancic annulla la prima palla set, poi Grobelna firma il 25-17. Miglior realizzatrice della frazione è proprio l’opposto belga con 6 punti, ma fra le statistiche quella che più spicca è il 74% chierese in attacco.

Terzo set – Sul 2-2 va al servizio Bosio e il suo turno di battuta frutta un break di 7 punti che pone un’ipoteca sull’esito del set e dell’incontro. Turino esaurisce i time-out sul 9-2, quindi tenta di carte Enright e Valentin per Lanier e Prandi. Nel prosieguo il gioco resta saldamente in mano alla Reale Mutua Fenera Chieri ’76 che raggiunge il distacco massimo di +10 sul 21-11 (Frantti). Sul 24-16, dopo una prima palla match annullata da Loda, il pallonetto di Zambelli fa scendere i titoli di coda sulla partita.

Il commento
Giulio Cesare Bregoli: «Abbiamo fatto un’ottima gara. Loro sono una squadra che batte bene, e se c’è una cosa che abbiamo fatto bene è stato tenere in ricezione quando loro hanno forzato il servizio, in questo modo Francesca Bosio ha potuto usare bene tutti gli attaccanti. Poi ancora una volta trovo che abbiamo battuto molto bene, con pochissimi errori, mettendo in difficoltà i loro laterali. Un’ottima prestazione, sulla falsariga di quella di Trento. Altri 3 punti importanti che ci permettono di arrivare a 21 in classifica e ci danno una certa tranquillità».

(Foto di Fabio Bianco)