La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 porta a casa un punto dall’Arena di Monza

Termina ancora 3-2 il confronto fra Reale Mutua Fenera Chieri ’76 e Saugella Monza, come già nel girone d’andata, ma stavolta il risultato sorride alle brianzole di Gaspari che la spuntano all’ultimo respiro dopo 130 minuti di gioco. Per le ragazze di Bregoli c’è un po’ di amarezza per il tie-break perso 15-13 dopo essere state avanti 8-11, ma c’è la soddisfazione per un buon punto contro avversarie che a dispetto delle difficoltà di dicembre a causa del Covid hanno confermato tutto il loro valore.
L’incontro registra diversi alti e bassi su entrambi i fronti, pur offrendo un bello spettacolo fra due squadre che non si risparmiano e danno tutto quello che hanno. Alle chieresi manca un pizzico di cinismo nei momenti decisivi, soprattutto nel primo e quinto set, ma tornano a casa con tante indicazioni positive e una buona prova collettiva.
Il premio di MVP viene assegnato a Begic che, inizialmente in panchina, fa la differenza con punti di peso. La miglior realizzatrice è Orthmann (24), seguita da Grobelna (23) e Villani (21), quest’ultima al rientro da titolare dopo due mesi mezzo e autrice di una prova in crescendo.

Saugella Monza-Reale Mutua Fenera Chieri ’76 3-2 (26-24; 22-25; 19-25; 25-21; 15-13)
SAUGELLA MONZA: Orro 6, Van Hecke 12, Danesi 9, Heyrman 11, Orthmann 24, Meijners 2; Parrocchiale (L); Carraro, Squarcini 1, Negretti, Begic 14, Obossa 6. All. Gaspari; 2° Parazzoli.
REALE MUTUA FENERA CHIERI 76: Bosio 3, Grobelna 23, Mazzaro 9, Zambelli 7, Villani 21, Perinelli 14; De Bortoli (L); Mayer, Laak, Frantti 1, Alhassan, Meijers. N.e. Fini, Gibertini (2L). All. Bregoli; 2° Sinibaldi.
ARBITRI: Lot di Treviso e Sobrero di Savona.
NOTE: durata set: 30′, 29′, 25′, 27′, 19′. Errori in battuta: 15-6. Ace: 6-4. Ricezione positiva: 66%-54%. Ricezione perfetta: 48%-34%. Positività in attacco: 42%-40%. Errori in attacco: 12-11. Muri vincenti: 9-13. MVP: Begic.

La cronaca
Nel primo set parte meglio Monza che guadagna subito qualche punto di margine (6-2, Heyrman), mantenendo poi il distacco quasi inalterato fino alle battute conclusive. Sul 21-16 (Van Hecke) i colpi di Grobelna riportano Chieri a contatto (22-21). Le biancoblù trovano la parità a 23 su ace morbido di Villani. Seguono il 24-23 di Begic (entrata in campo da pochi scambi) e il 24-24 di Perinelli. Ai vantaggi il set sorride alle brianzole che siglano il 25-24 con un muro di Heyrman su Grobelna, e il 26-24 grazie all’attacco di Perinelli che tocca l’asticella. La miglior realizzatrice della frazione è di gran lunga Grobelna con 9 punti.

Secondo set: dopo essere passate in vantaggio per la prima volta nel match (2-3, Perinelli), le chieresi subiscono il break locale a 7-4 (ace di Orthmann). Time-out di Bregoli e al rientro in campo il distacco è azzerato (7-7, Grobelna). Sul 10-10 la difesa di Villani cade nella metà campo avversaria mandando al servizio Bosio: il suo turno di battuta frutta un allungo a 10-15, complici un paio di errori brianzoli. Sull’11-17 Gaspari rimanda in campo Orro, sostituita a inizio set da Carraro. Sul 14-19 i colpi di Orthmann riportano Monza a contatto. La rimonta locale si ferma sul 20-21 su servizio lungo di Orro. Un errore di Van Hecke e Villani ridanno fiato alle biancoblù. Sul 21-23 una splendido primo tempo di Mazzaro dà tre palle set a Chieri. Van Hecke annulla la prima, quindi Perinelli con un mani out sigla il 22-25.

Sul 2-2 il terzo set prende la strada di Chieri che allunga a 3-6 (primo tempo Mazzaro) e 5-10 (muro di Mazzaro su Van Hecke, poi sostituita da Obossa). Nelle fasi centrali il vantaggio chierese tocca il distacco massimo di 7 punti su servizio di Bosio che realizza l’ace del 9-16. Nel prosieguo la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 continua a giocare bene e senza farsi più avvicinare chiude 19-25 alla seconda palla set su errore in battuta di Negretti. Fra le statistiche di fine set il dato che più spicca è il 56% in attacco delle biancoblù.

Inizio di quarto set a strappi: 5-1 (ottimo il turno di battuta di Danesi che piazza anche due ace), 5-5, 11-6. Di lì in avanti la Saugella Monza mantiene sempre un margine di sicurezza. Sul 19-15 Chieri si riavvicina a 19-17 con Grobelna e Villani, ma subito le padrone di casa ripristinano le distanze e concretizzano la seconda palla set con Begic (25-21). Le migliori realizzatrici della frazione sono Grobelna e Orthmann con 8 punti a testa.

L’equilibrio del tie-break si incrina sul 3-3 quando gli errori di Begic al servizio e Heyrman in fast danno il primo doppio vantaggio a Chieri, ma subito Orthmann e Begic riportano il punteggio in parità (5-5). La squadra di Bregoli è avanti di una lunghezza al cambio di campo (7-8, servizio lungo di Orthmann). Sull’8-8 Danesi serve in rete, poi Grobelna chiude da posto 2 uno splendido scambio. Gaspari chiama time-out ma alla ripresa del gioco c’è il muro di Mazzaro che vale l’8-11. I due punti successivi vengono chiusi da Begic (10-11) e stavolta è Bregoli a chiamare time-out. Un altro muro di Mazzaro ed è 10-12, quindi Heyrman e un attacco fuori di Perinelli portano il punteggio sul 12-12. Incredibile lo scambio successivo che viene finalizzato da Orthmann, dando a Monza il primo vantaggio nel tie-break. Mazzaro sigla in primo tempo il 13-13. Seguono il 14-13 di Van Hecke, e il contrattacco vincente di Orthmann che fa scendere i titoli di coda sul 15-13.

Il commento
Chiara De Bortoli: «È stata una partita molto combattuta che ci siamo giocate fino all’ultimo. A caldo, la sconfitta brucia. Siamo state poco ciniche nei momenti in cui bisognava esserlo. Loro sono state molto brave nel muro difesa, hanno preso palloni veramente difficili e questo ci ha un po’ destabilizzate. Nei prossimi giorni studieremo la partite per capire cosa non ha funzionato e da lì ripartiremo, per farci trovare pronte mercoledì contro Busto Arsizio».

(Foto di Gabriele Sturaro)