La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 apre il campionato a Perugia

Per il secondo anno consecutivo la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 inizia il suo cammino in campionato contro la Bartoccini Fortinfissi Perugia. Ma se la scorsa stagione le biancoblù debuttarono in casa, questa volta il primo impegno è in trasferta, al PalaBarton. L’appuntamento è fissato per sabato 19 settembre con fischio d’inizio alle ore 20. Si tratta anche dell’incontro di apertura del campionato di A1 2020/2021. La partita verrà trasmessa in diretta streaming in alta risoluzione su LVF TV: https://www.lvftv.com/?lang=it
Rispetto al 2019/2020 la formazione umbra ha cambiato pelle, allestendo un organico d’esperienza con l’arrivo di giocatrici quali Ortolani, Havelkova, Aelbrecht, Isabella Di Iulio e di recente anche Carcaces. Nei quattro precedenti (due in A2 e altrettanti in A1) fra i due club il bilancio è di tre vittorie a una per Chieri; l’ultima sfida, giocata lo scorso 15 gennaio in Umbria, si è conclusa 3-2 per Perugia. Nei due organici non ci sono ex.
Presentiamo la partita con la palleggiatrice Francesca Bosio.

Francesca, si torna in campo dopo sette mesi senza partite di campionato e dopo dieci settimane di preparazione. Che clima si respira in palestra?
«Sicuramente sono molto felice di tornare in campo in campionato. È stato un periodo molto lungo e non è stato facile. Ci siamo allenate tanto, abbiamo fatto amichevoli, abbiamo avuto l’opportunità di giocare la Supercoppa… Abbiamo riacquistato un pochino il ritmo gara. Siamo pronte. I sentimenti che prevalgono sono la felicità e la voglia di fare bene».
Che partita sarà con Perugia?
«Perugia si è rinforzata rispetto all’anno scorso. È una squadra sicuramente molto esperta con attaccanti importanti, che noi dovremo essere brave a riuscire a limitare. Non sarà facile, anche per il fatto di dover affrontare una trasferta lunga. Il nostro obiettivo principale è fare bene e dimostrare qual è la pallavolo che sappiamo fare».
Sarà una stagione compressa con tanti impegni ravvicinati. Come vi state preparando?
«Non sarà facile. Avremo settimane molto intense. Dovremo essere brave noi a curarci personalmente, dentro e fuori dal campo. Ovviamente saranno fondamentali la preparazione, l’allenamento e il lavoro in sala pesi».