La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 a Firenze per l’anticipo televisivo col Bisonte

Scatta la volata verso il 27 febbraio, data di conclusione della regular season. La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 incomincia l’ultima parte del campionato con la trasferta al Mandela Forum, ospite del Bisonte Firenze. La partita è valida per la 9ª giornata di ritorno e si giocherà domani, sabato 6 febbraio (ore 20,30), in anticipo per la diretta televisiva su RaiSport.
Le biancoblù di coach Bregoli arrivano alla gara forti di un filotto di cinque vittorie e 14 punti conquistati su 15, determinate a proseguire la loro striscia positiva. Le toscane al contrario nel girone di ritorno hanno finora conquistato soltanto 3 punti e daranno il meglio per invertire la tendenza.
Nel girone d’andata, il 31 ottobre, nonostante tre assenze per Covid le chieresi si imposero 3-1. Nei cinque precedenti in A1 il bilancio complessivo è di tre vittorie a due per Firenze. Tre le ex, curiosamente tutte schiacciatrici/ricevitrici: da un lato Francesca Villani (che con le toscane nel 2014 vinse la Coppa Italia di A2 e conquistò la sua prima promozione in A1) ed Elena Perinelli, dall’altro Anastasia Guerra.
Affidiamo la presentazione di Firenze-Chieri alle parole di Francesca Bosio.

Francesca, che partita ti aspetti col Bisonte?
«Mi aspetto un’altra battaglia. Siamo quasi arrivati alla fine della regular season, le sei partite che ci attendono saranno da giocare con l’atteggiamento di come se fossero tutte finali. Loro arrivano da qualche risultato negativo, in casa cercheranno sicuramente di fare risultato. Noi, come sempre, dovremo essere brave a cercare di impostare da subito il nostro gioco, battere bene, aggredirle molto al servizio per cercare di limitare un po’ il loro gioco».
Quanto è cambiata Chieri rispetto al girone d’andata?
«Il nostro è stato un percorso molto lineare. Siamo cresciute di partita in partita, di settimana in settimana, soprattutto penso sia cambiato che abbiamo preso consapevolezza di noi, dei nostri mezzi, di quel che possiamo fare. Tutto deriva dall’allenamento, perché ci alleniamo sempre tanto, con tanto impegno, cercando poi di trasferire quello che facciamo durante la settimana la domenica… e ci sta riuscendo abbastanza: siamo contente».
Il tuo bilancio a questo punto della stagione?
«Sono molto contenta, sia per me sia ovviamente per la squadra. Spero di continuare a crescere, lavorare tanto, e vincere più partite possibile».
Il quarto posto in classifica fa venire un po’ di vertigini?
«Sappiamo dove siamo, ma cerchiamo di guardare la classifica il meno possibile. Siamo tranquille, lavoriamo in un clima assolutamente sereno, e continuiamo la corsa su noi stessi. Vedremo dove saremo dopo queste sei partite. La classifica la guarderemo il 27 febbraio».