Il Volero Le Cannet si aggiudica il “Città di Chieri”

È il Volero Le Cannet ad aggiudicarsi la prima edizione del trofeo internazionale “Città di Chieri“.
La formazione transalpina allenata da Lorenzo Micelli, prossima protagonista in Coppa CEV, si è aggiudicata il titolo vincendo 2-1 entrambe le partite, la prima con la Reale Mutua Fenera Chieri ’76, la seconda con la Futura Volley Giovani Busto Arsizio. Nel terzo match le biancoblù si sono quindi imposte 2-1 sulle bustocche, guadagnando la piazza d’onore.
I trofei, sia ai primi classificati sia alle altre due squadre, sono stati tutti consegnati dal sindaco Alessandro Sicchiero.
Un altro premio, quello di MVP al termine della gara fra Chieri e Busto, è stato consegnato ad Helena Cazaute da Alfonso Tamé, direttore commerciale della sede chierese di Locautodue.
 
La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 ha affrontato il torneo senza Grobelna e Alhassan, a riposo precauzionale, oltre ovviamente a capitan Perinelli.
Nel primo match contro il Volero Le Cannet coach Bregoli ha schierato inizialmente la diagonale Bosio-Karaoglu, Weitzel e Mazzaro al centro, Villani e Frantti in banda, De Bortoli libero. Nel prosieguo hanno giocato anche Bonelli, Guarena, Cazaute, Armini e la giovane Colombino, quest’ultima opposto nel terzo set e autrice di 3 punti.
23-25, 17-25 e 25-23 i parziali dei tre set, con un pizzico di amarezza per il primo sfuggito nel finale dopo una bella rimonta da 17-21 a 23-23. Migliori realizzatrici da un lato Cazaute (11 punti), dall’altro Savic (16).

Nel secondo incontro il Volero Le Cannet si è garantito la conquista del trofeo imponendosi 25-22 e 25-21 nei primi due set con la Futura Volley Giovani Busto Arsizio, poi a segno 20-25 nella terza frazione.

Il terzo conclusivo incontro fra Reale Mutua Fenera Chieri ’76 e Futura Volley Giovani Busto Arsizio è stato preceduto da un omaggio floreale del club biancoblù alle ex Beatrice Francesconi (oggi team manager bustocco), Giulia Angelina e Giuditta Lualdi.
Coach Bregoli ha confermato il sestetto iniziale della prima partita, per inserire in seguito Bonelli, Guarena, Cazaute e Armini, e testare Villani nel ruolo di opposto nel terzo set.
Vinta 25-17 la prima frazione, le chieresi hanno avuto la peggio 28-30 nella seconda dopo essere state in vantaggio 16-11 e 21-19, infine hanno chiuso 25-9 nell’ultimo set.
Nel tabellino due le biancoblù in doppia cifra: Cazaute (14 punti) e Weitzel (11). Dall’altra parte in grande evidenza Angelina (17).

È calato così il sipario sul 1° “Città di Chieri”. Al di là del dispiacere per il forfait forzato dell’RC Rannes che ha costretto a rivedere formula e programma del torneo, l’alto livello tecnico, la buona presenza di pubblico al PalaFenera e le tante indicazioni utili che il campo ha dato a coach Bregoli, lasciano un bilancio positivo sotto tutti i punti di vista.