Il punto sulla seconda giornata

Nella presentazione della seconda giornata avevo abbozzato un pronostico: quelle sette partite non avrebbero stilato gerarchie di classifica, ma avrebbero potuto dare qualche piccola indicazione su un campionato che sta per entrare nel vivo.
A modesto parere di chi scrive, quella previsione è stata azzeccata in quanto certe risposte (tenendo conto degli organici e dei risultati fin qui maturati in Coppa Italia e campionato) sono arrivate.
E’ presumibile che andremo incontro a un torneo che si preannuncia interessantissimo e sostanzialmente equilibrato sia nelle zone alte sia in quelle basse, con poche o addirittura nessuna squadra destinata a un campionato anonimo.

Nella seconda giornata c’è stato un incremento di set giocati (26 contro i 23 del primo turno), i 3-0 netti si sono dimezzati passando dai sei della a tre e, a differenza dell’esordio, il fattore campo ha inciso con cinque vittorie interne su sette.
Per quanto possa essere attendibile la classifica dopo due giornate, si registra che in vetta sono rimaste tre squadre: Lilliput Settimo, Saugella Monza e Sunsystem Albese. Alle spalle sei compagini in due punti e solo tre formazioni ancora ferme al palo.
La partita più attesa era senz’altro Vigneti Roncati VillataUnendo Yamamay Busto Arsizio. Sul campo non vengono disattese le previsioni fatte alla vigilia e dopo due ore di battaglia le bustocche vincono al tie-break. Perso il primo set a 23, le locali prima impattato a 20 poi mettono la freccia a 23, per poi cedere non senza recriminazioni nei due set successivi persi 19-25 e 10-15. L’opposto Giulia Arioli (20 punti) e capitan Gomiero (15) sono le top scorer vercellesi, da parte ospite ben tre giocatrici a doppia cifra: 25 sigilli per l’opposto Taborelli e 23 e 14 rispettivamente per le bande De Gradi e Angelina.
Come da pronostico secca vittoria casalinga 3-0 del Lilliput Settimo di Moglio sull’Orago di Bosetti, i parziali netti a 13, 10 e 18 stanno a testimoniare un match a senso unico con le locali Biganzoli (12) e Giacomel (10) e la brianzola Napodano (8) come top scorer.
Avvio di campionato col botto per la matricola ripescata Sunsystem Albese che dopo aver asfaltato il Pinerolo regola a domicilio anche il Villa Cortese per 3-1 al termine di un incontro combattuto più di quanto non dicano i parziali (13-25; 19-25; 25-23; 26-28). Ben otto qui le atlete in doppia cifra, quattro per parte: Ferrara 15, Colombo 13, Figini 12 e Danesi 11 per le locali di Bardelli, per le comasche (che nel terzo set vincevano 18-10…) 21 punti e 15 punti per le centrali Chiara Confalonieri e Bottinelli, 15 per la banda Marta Confalonieri e 14 per l’opposto Elli.
Festeggia alla grande l’esordio casalingo al Pala Iper il Saugella Monza di Mazzola che travolge (a 13, 17 e 14) 3-0 le giovincelle del Club Italia. Gara incerta (se si può usare questo termine…) solo all’inizio: 2-5 per le ospiti nel primo parziale poi monologo brianzolo firmato soprattutto dai sigilli di Facchinetti (13) e Marika Bonetti (11); per le milanesi 8 punti per la schiacciatrice Cappelli. Di puro stampo statistico una considerazione: finora Monza nei sei set disputati in campionato ha subìto 84 punti, media di appena 14 a parziale.
Pronto riscatto dopo il disco rosso della prima giornata per Asti Volley e Grima Gorla Maggiore. In un Pala San Quirico gremito con in testa il sindaco della città astigiana, le biancorosse di Vincenzo Rondinelli erano già chiamate ad una prova di quelle che non si possono sbagliare. Dopo sette sconfitte consecutive in gare ufficiali arriva la prima meritata vittoria, con l’Easy Volley Desio che cede sotto i colpi di Tosi (19 punti), Cortellazzo (15), Vinciarelli e Piolanti (12). Dopo i primi due set persi entrambi a 22, le lombarde riaprono la partita imponendosi nel terzo a 19 ma poi crollano nuovamente cedendo il quarto a 14. Per le lombarde 15 punti per l’opposto Corbetta e 14 per la banda Balestrieri.
Si presta infine a diversi tipi di lettura la vittoria per 3-0 del Grima Gorla Maggiore di Zaino sulla Foppapedretti Piancogno di Daniele Turino (ex InVolley). Da parte locale vengono confermate le buone indicazioni fatte vedere a Chieri all’esordio, il secco risultato finale per le ospiti deve comunque trasmettere fiducia, i parziali persi a 20, 22 e 24 stanno a testimoniare una partita che per lunghi tratti è stata lottata e combattuta, con le giovani ospiti (la rosa è composta da sei atlete del 1996, cinque del 1995, due del 1993 ed una rispettivamente del 1994 e 1997) che nel terzo parziale forse solo per inesperienza non riescono a riaprire la partita pur trovandosi avanti 12-21 e 19-24.