Il punto sulla prima giornata

Non si può dire che le partite della prima giornata siano state all’insegna dell’equilibrio. Su sette gare ben sei si sono concluse 3-0, solo un tie-break e nessun 3-1. Il fattore campo non l’ha fatta da padrone, solo due vittorie interne contro ben cinque esterne.
Questo non significa che andremo a vivere un torneo diviso in due tronconi, è più plausibile invece che molte squadre siano ancora in rodaggio e di conseguenza non ancora al top della condizione.
Addentrandoci nelle gare della prima giornata registriamo che la favoritissima corazzata Saugella Monza di Mazzola ha subito risposto presente andando come da pronostico a sbaragliare il campo delle giovani dell’Asystel Carnaghi Orago con punteggio netto e parziali vinti a 16, 11 e 13. Per le locali di Moscato 9 punti firmati da Napodamo, per le brianzole 11 sigilli confezionati dalla coppia Agostinetto-Bonetti.
Ha vinto 3-0 anche il Vigneti Roncati Villata al centro fedeale Pavesi di Milano contro il Club Italia di Mencarelli. I parziali si sono conclusi a 11, 19 e 17 per le vercellesi che hanno mandato a tabellino Arioli con 12 punti e Gomiero con 11. Per le giovani milanesi solo mezza dozzina di punti per Bonifacio e Nicoletti.
Avvio col botto anche per la Lilliput Settimo di Massimo Moglio e del d.s. Marcello Capucchio (quest’ultimo domenica al PalaMaddalene) che trascinata da una splendida Federica Biganzoli (21 punti) si è imposta a Piancogno contro la giovane Foppapedretti Piancognodell’ex InVolley Daniele Turino (Bonacina 11). Dopo un primo set un po’ combattuto e vinto a 21, le ragazze del presidente Salmaso si sono imposte più nettamente, a 13 e 18.
Sembra non avere fine il momento negativo dell’Asti Volley di Vincenzo Rondinelli, in incontri ufficiali la squadra astigiana ha conosciuto solo sconfitte e se si tiene conto anche della Coppa Italia la serie negativa si allunga a sette partite. Al PalaYamamay di Busto Arsizio le biancorosse hanno dato l’impressione di lottare perdento due set, il primo a 24, il secondo a 22, prima di cedere a 19 nel terzo. Per le bustocche di Lucchini, 17 punti per Angelina e 15 della capitana Taborelli.
Un po’ a sorpresa la netta vittoria della Sunsystem Albese delle sorelle Marta e Chiara Confalonieri che si è imposta tra le mura amiche contro il Pinerolo di Mucciolo per 3-0 (25-16, 27-25, 25-22). Era la rivincita dei playoff di B2 dello scorso anno. La squadra della Val Chisone in questo inizio di stagione ha un rendimento esterno insufficente, tenendo conto anche della Coppa Italia si registrano tre sconfitte su quattro partite, sicuramente troppe per un team che annovera tra le sue fila Coatti (ex Giaveno A2) e Midriano (ex Cadelbosco dove ha vinto la B1 lo scorso torneo).
L’unica gara equilibrata si è giocata a Desio dove il Villa Cortese si è imposto al tie-break. Le locali sono andate sotto 2-0 seppur di misura (22-25 e 25-27) prima di avere una veemente reazione che le ha portate a impattare in modo netto a 12 e 16. Al tie-break è tornata prepotentemente in cattedra la formazione ospite (9-15) che per l’occasione non poteva contare su Parrocchiale, Perinelli e Sylla impegnate con la prima squadra nella Supercoppa Italiana a Montichiari contro il Busto Arsizio di Carlo Parisi.