Il Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76 chiude a testa alta una stagione straordinaria

Under 19 – Finali nazionali

Mini girone eliminatorio:
Volleyrò Casal de Pazzi-Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76 3-0 (25-20; 25-16; 25-7)
Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Il Bisonte Firenze 0-3 (21-25; 23-25; 11-25)

Semifinale 9°/12° posto:
Vega Fusion Venezia-Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76 3-1 (20-25; 25-21; 28-26; 25-21)

Finale 11°/12° posto:
Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Arzano Volley Campania 3-0 (25-10; 25-19; 25-15)

CLUB76 REALE MUTUA FENERA CHIERI: Sturaro, Ghibaudo, Quilico, Fasano, Guarena, Marengo, Busso, Iannaccone, Burzio, Ollino, Naddeo, Fini (L). All. Sinibaldi; 2° Simonetti.

Termina all’11° posto l’avventura del Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76 alle finali nazionali di categoria Under 19, evento conclusivo di un anno durissimo ma pieno di soddisfazioni.
Ben dieci dodicesimi del gruppo di Marco Sinibaldi finisce qua il suo percorso nelle giovanili per raggiunti limiti d’età. Un gruppo affiatato che ha lavorato con tanta abnegazione ottenendo un titolo provinciale, un 2° posto regionale e un passaggio del turno nella fase interregionale dopo aver subito purtroppo la beffa (come tutti) dell’anno di stop dalle competizioni causa pandemia.
Un gruppo composto nella maggioranza da ragazze nate nel 2003 che causa pandemia non ha avuto l’opportunità di giocare un torneo così prestigioso da ultimo anno ma contro avversarie con un anno in più.

Ad Agropoli, sede delle finali per lo scudetto Under 19, il Club76 Reale Mutua Fenera Chieri ’76 certo non è fortunato nel sorteggio. Nel girone eliminatorio debutta contro Volleyrò Casal de Pazzi, squadra che schiera tra le proprie fila ben otto elementi freschi di titolo mondiale Under 20 – fra queste Martina Armini (nella foto in alto con Francesca Guarena), nuovo libero della Reale Mutua Fenera Chieri ’76 per l’A1, poi premiata come miglior libero della manifestazioni al pari di quanto già successo nella rassegna iridata Under 20. Le biancoblù offrono una prova di carattere cercando di restare in partita, soprattutto nel primo set dove il punteggio è in bilico fino al termine, poi il tasso tecnico delle avversarie prende il sopravvento.
Seconda partita del mini girone giocata e persa contro Il Bisonte Firenze, con le chieresi che pagano un po’ dazio per la partita precedente ma comunque lottano alla pari con le avversarie cedendo soltanto nei finali dei set. Non tragga in inganno il punteggio del terzo parziale perché giocato in condizioni decisamente non favorevoli con un’angolazione del sole che attraverso i finestroni in quel momento riduce di molto la visuale e amplificando l’efficacia della battuta toscana.
La formula del torneo non ammette appelli e, con due sconfitte su due, senza possibilità di riscatto le ragazze di Sinibaldi vengono relegate nel tabellone basso per i posti dal 9° al 12°.
Qui le biancoblù cedono di misura al Fusion Venezia in una partita combattuta e sofferta.
Il riscatto arriva nella finale che vale l’11° posto posto, in cui le chieresi non lasciano spazio all’Arzano Volley Campania.

L’11° posto finale lascia un leggero rammarico perché con qualche incrocio più favorevole nei gironi si sarebbe potuto puntare un po’ più in alto.
Resta comunque la consapevolezza di aver coronato due anni di lavoro duro con questo gruppo che ha ottenuto ottimi risultati e una crescita tecnico-tattica importante che ha permesso di ben figurare tra le prime dodici migliori formazioni d’Italia, certificando di averne pieno diritto di cittadinanza pur essendo sotto leva.

La quasi totalità del gruppo si affaccerà ora nella pallavolo delle grandi, dove sicuramente saprà dire la sua.