Immensa Reale Mutua Fenera Chieri ’76, l’Igor Gorgonzola Novara è sconfitta 3-2

La vittoria più bella della sua prima stagione in A1, e probabilmente una delle vittorie più belle della sua storia. Non si può riassumere in altro modo il 3-2, in rimonta da 0-2, che la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 ha ottenuto nel derby con la Igor Gorgonzola Novara in un PalaFenera tutto esaurito, gremito di colore e di passione.
Contro la corazzata di Massimo Barbolini le ragazze di Marco Sinibaldi hanno disputato una partita esemplare contraddistinta da ritmi alto, concentrazione e coraggio. Sfuggiti i primi due set 22-25 dopo essersela giocata alla pari fino ai finali, nelle tre successive frazioni le chieresi hanno avuto l’enorme merito di restare sempre in partita e di crederci, conquistando dopo 2 ore e 4 minuti di gioco un memorabile risultato.
Migliori realizzatrici i due opposti, De La Caridad Silva (28 punti) ed Egonu (25 punti, ma anche 8 errori in attacco). Il premio di MVP è però andato a tutta la squadra biancoblù, mentre il libero Bresciani era stata premiata prima dell’inizio della gara dalla Reale Mutua per il suo attaccamento ai colori biancoblù. Un altro premio – un omaggio floreale – è andato a Giorgia Zannoni: a consegnarglielo è stata Paola Franco, ultima chierese prima di lei ad arrivare in A1.

Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Igor Gorgonzola Novara 3-2 (22-25; 22-25; 25-21; 25-19; 15-13)
REALE MUTUA FENERA CHIERI 76: Poulter 2, De La Caridad Silva 28, Akrari 8, Middleborn 6, Perinelli 14, Angelina 14; Bresciani (L). N. e. De Lellis, Dapic, Starcevic, Tonello, Caforio (2L). All. Sinibaldi.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Carlini 2, Egonu 25, Chirichella 8, Veljkovic 13, Plak 6, Bartsch 19, Stufi 1; Sansonna (L); Cemera, Piccinini, Nizetich, Bici, Zannoni. All. Barbolini; 2° Baraldi.
ARBITRI: Piperata di Bologna e Colucci di Matera.
NOTE: presenti 1200 spettatori. Durata set: 25’, 26’, 27’, 27’, 19’. Errori in battuta: 10-22. Ace: 7-8. Ricezione positiva: 58%-64%. Ricezione perfetta: 44%-46%. Positività in attacco: 44%-46%. Errori in attacco: 16-11. Muri vincenti: 8-8. MVP: Bresciani.

La cronaca
Primo set – L’incontro si apre con un primo tempo di Veljkovic. Punto a punto fino al 5-5 quando un turno di servizio di De La Caridad Silva, che piazza 2 ace diretti, porta la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 sull’8-5. L’Igor Gorgonzola Novara ripristina la parità a 9 (contrattacco Plak). Segue un avvincente tira e molla che vede ora una ora l’altra squadra avanti di un’incollatura. Sul 18-17 Plak ed Egonu capovolgono il punteggio in 18-19 e coach Sinibaldi chiama il primo time-out della partita. Due bellissimi colpi di Perinelli da posto 4 tengono il punteggio in parità fino al 22-22. Dopo il 22-23 di Bartsch coach Barbolini inserisce Nizetich per Chirichella mandandola in battuta: è la mossa che decide il set, che termina 22-25 con 2 ace diretti della neo entrata.

Secondo set – Reale Mutua Fenera Chieri ’76 piuttosto contratta al rientro in campo nel secondo set, tant’è che sul 2-5 coach Sinibaldi deve già chiamare time-out. Di lì in avanti il distacco resta grossomodo invariato fino al 9-13 quando 2 muri, di Poulter e Middleborn, riportano le biancoblù a contatto. Da 14-16 Novara riallunga a 16-20 con una scatenata Bartsch. Le chieresi restano a contatto ma non riescono più a recuperare terreno. Sul 22-24 la prima palla set se ne va per un servizio in rete di Egonu. Nello scambio successivo Angelina batte lungo ed è 22-25.

Terzo set – Dopo un’ottima partenza chierese (4-1, De La Caridad Silva) e l’immediato recupero ospite (6-6), il punteggio resta in bilico fino al 21-21, con le due squadre sempre a contatto. Il 22-21 è uno scambio molto combattuto concluso da un mani out di Angelina, segue l’errore in attacco di Egonu che tocca l’asticella. Nell’azione successiva Piccinini sbaglia l’appoggio dall’altra parte della rete dando alla squadra di Sinibaldi tre palle set: la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 concretizza la prima con De La Caridad Silva con un mani out su Piccinini.

Quarto set – Sul 6-6 le padrone di casa salgono a 11-7 (ace Angelina), ma da 13-10 vengono recuperate a 13-13 (Veljkovic). Il set si decide sul 16-16 quando una diagonale da posto 2 di Angelina, un’invasione, e 2 muri di Middleborn e De La Caridad Silva spingono la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 a 20-16. Coach Barbolini fa diversi cambi inserendo Nizetich, Camera e Bici, ma l’inerzia del set resta in mano alle biancoblù che sulle ali dell’entusiasmo non si fanno più avvicinare, guadagnano la prima palla set con un primo tempo di Akrari per chiudere quindi 25-19 su errore in attacco di Egonu.

Quinto set – Il punteggio resta in bilico fino al 10-10. Sull’11-10 il muro di Middleborn su Egonu vale una preziosissima palla break che da lì in avanti Chieri non si fa più recuperare. La diagonale di De La Caridad Silva da posto 4 dà alle biancoblù il 14-13, ma la palla match se ne va su attacco fuori di Middleborn. Nello scambio successivo è proprio la centrale statunitense con un tapin a regalare alla sua squadra una memorabile vittoria.

Il commento
Marco Sinibaldi: «Vincere davanti a un pubblico così è uno spettacolo. Sono sinceramente senza parole, non so descrivere le emozioni che passano adesso. C’è da dire una cosa: sicuramente stasera è una macchina che ha funzionato, e per funzionare una macchina ha bisogno di tutto. Questa è una vittoria di tutti, anche del “contorno” che a Chieri è il valore aggiunto. Ora bisogna tenere la testa concentrata e i piedi per terra, perché arrivano le partite veramente importanti. Questi 2 punti ci aiutano e fanno bene, ma dobbiamo continuare a spingere».