Fenera Chieri ’76-Volley Doc Asti 3-1. Poker di vittorie e terzo posto in classifica i regali sotto l’albero

Il poker è servito. Il Fenera Chieri ’76 trova sotto l’albero la quarta vittoria consecutiva e conferma il terzo posto in classifica a braccetto con Mondovì e Casale. Il 2013 davvero non poteva concludersi in modo migliore.
Tutto è reso possibile dall’affermazione per 3-1 nel primo storico derby con il Volley Doc Asti. La più classica delle partite dai due volti. Nel primo set le chieresi giocano in modo molto contratto senza riuscire a trovare il ritmo, il contrario delle ospiti che giocano con la mente libera e forzando al servizio si impongono con pieno merito. Dal secondo set inizia un’altra gara, con il Chieri ’76 padrone del campo sempre in vantaggio dal primo all’ultimo scambio.
Nel tabellino risaltano i 21 punti (in appena tre set giocati, peraltro) messi a segno da Ilaria Corazza: è la prima volta nel 2013-2014 che una biancoblu supera la soglia dei 20 punti in una partita. Altro record stagionale sono i 14 muri-punto, di cui 5 di Soriani e 4 di Corazza.
Con la decima giornata, la B1 si concede un po’ di vacanze. Il Fenera Chieri ’76 tornerà in campo martedì 7 gennaio a Casale per l’andata dei quarti di Coppa Italia, e sabato 11 gennaio a Busto Arsizio per l’undicesimo turno di campionato.

Fenera Chieri ’76-Volley Doc Asti 3-1 (21-25/ 25-14/ 25-12/ 25-13)
FENERA CHIERI ’76: Bersighelli 2, Migliorin 10, Pilotti 3, Tonello 9, Bottaini 4, Burzio 5; Agostino (L); Perata 1, Soriani 13, Corazza 21, Cappiello, Bevilacqua (2L). N.e. Nada, All. Gallo, 2° Druetti.
VOLLEY DOC ASTI: Curiazio, Moretto 2, Cogliandro 5, Dal Maso 3, Dhimitriadhi 8, Florio 8; Morra (L); Paternoster, M’Bra 1, Zannoni 3, Astorino 2, Mangini 2. N.e. Brussino, Marini (2L). All. Marchiaro, 2° Marangio.
ARBITRI: Ferrari di Bergamo e Salvini di Brescia.
NOTE: presenti circa 700 spettatori. Durata set: 37′, 22′, 22′, 22′. Errori in battuta: 12-7. Ace: 6-9. Muri vincenti: 14-4.

La cronaca
Primo set – Le padrone di casa iniziano col piede giusto (4-1), ma dopo la sospensione del gioco il Volley Doc Asti inizia a giocare una pallavolo efficace e coraggiosa che mette in grossa difficoltà il Chieri ’76. Le ospiti firmano il sorpasso proprio in occasione del primo time-out tecnico (7-8, primo tempo di Cogliandro, per poi incrementare a 9-12. Con i punti di Bottaini le biancoblu ritrovano la parità a 12, salendo poi a 16-15 (primo tempo di Pilotti) e 17-15 (tap-in di Bottaini). Marchiaro inverte la diagonale inserendo Paternoster e M’Bra per Moretto e Curiazio, negli scambi successivi gli errori chieresi in attacco e gli ace di Dhimitriadhi riportano avanti Asti (18-20). Altri 2 ace, questa volta della neoentrata Zannoni valgono il 18-23. La frazione termina 21-25.
Secondo set – Due novità nel Fenera Chieri ’76: Corazza per Bottaini e Soriani per Pilotti. Il primo set perso in malo modo non lascia tossine fra le biancoblu che anzi giocano più sciolte e con tutt’altro piglio, costringendo Marchiaro a esaurire i time-out discrezionali già sul 6-0. Una ritrovata solidità a muro (a fine set i punti a muro saranno ben 7) e in difesa, una maggior lucidità e pazienza nel gestire gli scambi, e la pressione messa alle avversarie, permettono di incrementare il vantaggio fino a +9 (14-5). Dopo la seconda sosta tecnica (16-9, Migliorin buca il muro) il set si fa un po’ più equilibrato, pur restando sempre in mano alle chieresi. Sul 20-13 si registrano 3 punti consecutivi di Corazza che mette a segno un diagonale vincente e 2 ace, la frazione termina poi 25-14 con un muro di Bersighelli. Migliori realizzatrici della frazione: Corazza (7), Soriani (5, di cui 3 a muro), Migliorin e Florio (4).
Terzo set – Anche all’inizio del terzo set è il muro l’arma in più del Chieri ’76 che arriva avanti 8-5 alla prima sosta con Soriani, Burzio e Tonello. Il distacco si fa più corposo nelle fasi centrali con un break da 10-7 a 15-7, mentre Marchiaro tenta invano di cambiare l’inerzia inserendo Astorino, Paternoster e Zannoni. Nuovo strappo sul 16-8 dove Soriani e Corazza trascinano la loro formazione sul 22-8, complici gli errori avversari. Nel finale Asti riduce le distanze con Astorino, Mangini e Cogliandro (2 muri consecutivi). Corazza interrompe la serie con una sassata da posto 4, e nello scambio successivo firma il 25-12 con un ace diretto che le vale l’ottavo punto personale del set.
Quarto set – L’equilibrio dura giusto qualche scambio, quindi il Fenera Chieri ’76 rompe gli indugi e sale da 2-2 a 10-3 con un turno di battuta di Corazza che scava il solco. Il vantaggio per la squadra di Max Gallo continua a crescere nelle fasi centrali arrivando a toccare i 10 punti sul 18-8. Nel finale c’è spazio per le due più giovani chieresi, Perata e Bevilacqua, la seconda al debutto in campionato proprio contro le sue ex compagne. Perata firma il 24-12 finalizzando con un tocco di seconda la ricezione di Bevilacqua, nello scambio successivo Migliorin sigla dalla seconda linea l’ultimo punto del 2013.

(Foto di Marco Zanetti)