Fenera Chieri ’76 e 2D Lingotto Volley, insieme per crescere e far crescere

Il Fenera Chieri ’76 avvia una collaborazione nuova di zecca con il 2D Lingotto Volley, storico sodalizio (è attivo fin dal 1973) con 12 squadre e circa 400 tesserati, di casa presso il centro sportivo di via Ventimiglia 195/A a Torino.
I due club resteranno realtà separate e ognuno proseguirà con le sue attività, ma con punti di incontro. La collaborazione, che partirà dalla stagione 2018/2019, almeno nelle fasi iniziali si concentrerà in particolare sulla prima squadra del Lingotto in serie B2. Il Fenera Chieri ’76 sfrutterà questo campionato interregionale già di alto livello per far crescere le sue giovani più promettenti, con l’obiettivo nel medio-lungo periodo di formare giocatrici per la prima squadra in serie A.

«Ci fa molto piacere poter collaborare con il Lingotto, è una società seria con valori simili ai nostri, oltre a essere strutturata in modo qualificato da un punto di vista tecnico – sottolinea il direttore sportivo del Fenera Chieri ’76, Max GalloCol Lingotto vogliamo iniziare un rapporto che può servire alle ragazze del nostro settore giovanile come tappa di avvicinamento alla prima squadra. Ringrazio Saverio Zavattaro ed Emanuele Alpignano per la fiducia e per la disponibilità accordataci. Credo possa essere un inizio di percorso comune che potrà dare buoni risultati».

«L’accordo con una società prestigiosa come il Fenera Chieri ’76 rappresenta per noi del Lingotto Volley un punto di svolta – le parole del direttore sportivo del Lingotto, Saverio ZavattaroCollaborare con Chieri ci permette di entrare a pieno titolo fra le società di primissimo piano nella pallavolo regionale e provinciale del Piemonte. Da qui in avanti, infatti, chi sceglierà Lingotto avrà un percorso sportivo che parte dal minivolley, per approdare speriamo un giorno al campionato nazionale di serie A, passando da tutti i vari campionati regionali e provinciali. L’accordo stipulato è un riconoscimento del serio lavoro che tecnici e staff del Lingotto stanno portando avanti ormai da alcuni anni nel settore giovanile, motivo per cui desidero ringraziare per aver creduto nel nostro operato Max Gallo e Roberto Ariagno, dirigenti del Fenera Chieri ’76, oltre al presidente Filippo Vergnano».