Doppio centro piemontese nelle due altre partite dell’undicesima giornata

Nel primo turno del 2013 (a spezzatino…) si sono giocate solo tre partite, le altre quattro saranno recuperate nella settimana di sosta tra l’ultima di andata e la prima di ritorno.
In tutte le tre partite è andato di scena un confronto Piemonte-Lombardia. A parte la “solita” Saugella Monza, nelle altre due hanno prevalso le squadre piemontesi al tie-break rimontando un parziale di 0-2 sulle lombarde che comunque devono vedere il loro bicchiere mezzo pieno.

Al Pala Sacro Cuore di Vercelli la Vigneti Valle Roncati Villata ha centrato la settima vittoria consecutiva. A cadere sotto i colpi di capitan Irene Gomiero e compagne questa volta è stata la rimaneggiata (il secondo palleggio Renata Orucevic ha giocato centrale) formazione dell’Easy Volley Desio che ha vinto di misura i primi due set (24-26, 22-25) prima di vedersi raggiungere in modo netto (14 e 13) dalle locali che poi si sono aggiudicate anche l’ultimo decisivo set 15-11.
Nei primi due set sono state le lombarde a menare la danza con il servizio a pesare sull’economia del risultato; nel primo parziale decisivo un errore di Dainotto, nel secondo Renata Orucevic sempre dalla linea dei 9 metri ha consentito lo strappo decisivo della sua squadra. La gara è cambiata dal terzo set in poi dove si è registrato un dominio vercellese. Due strappi di 13-8 e 16-9 han fatto da preludio all’1-2 firmato con l’ultimo punto di Stefania Mo che sta sostituendo più che degnamente l’infortunata Giulia Arioli (stagione finita), stessa solfa nel quarto (8-3, 16-11, 19-12) con la palleggiatrice Debora Stomeo ficcante in battuta (alla fine per lei complessivamente 9 punti, tanta roba per un palleggio). Quinto set vietato ai deboli di cuore, cambio campo con locali avanti 8-6, allungo 11-6, generosa reazione lombarda guidata da Corbetta sino al 12-11 ma a chiudere era Costenaro (subentrata a Dainotto) che siglava l’ace decisivo. In termini di punti, tra le biancorosse, 19 Gomiero, 15 Dainotto, 12 Mo e 10 Raccagni mentre la coppia Balestrieri-Erbetta con 17, Corbetta 12 e Maniaci 8 sono state le migliori realizzatrici della formazione di Luciano Villa.
A Gorla Maggiore anche qui gara dai due volti. Varesine in grande spolvero nel primo paio di set, vinti nettamente a 15 e 16; a gioco lungo ha pesato però la freschezza fisica dell’Asti contro una compagine che annoverava tra le sue fila alcune atlete (Causevic in primis e l’esordiente Valentina De Angelis a ruota) in non perfette condizioni fisiche. Sia nel terzo sia nel quarto set le ragazze del d.s. Claudio Bianchi si sono imposte a 21 con un sestetto (nel quarto) ridisegnato dal tecnico Vincenzo Rondinelli che mandava in campo Trevisan e Cogliandro e poi anche la giovane palleggiatrice Paternoster in luogo dell’infortunata ex monzese Teresa Bernabé. Nel tie-break decisivo strappo ospite, 0-7, la reazione della formazione di Gervasoni serviva solo ad addolcire una pillola amara in quanto il game si chiudeva 11-15. Per le locali 13 sigilli per capitan Fasoli e Causevic, 10 Massara, 8 Moraghi mentre De Angelis ha bagnato il suo esordio in campionato con un poker di punti, e Martina Casprini, ancora schierata opposto, ha chiuso a 3.

Dando un’occhiata conclusiva alla classifica, per quanto può essere attendibile visto che l’undicesimo turno sarà da completare, la Vigneti Valle Roncati Villata aggancia Albese con Cassano in piazza d’onore e supera Busto Arsizio, mentre l’Asti Volley consolida il suo (forse sorprendente) sesto posto proprio a ridosso delle grandi.
Per le due lombarde rimane il rammarico di non aver sfruttato un match-ball importante che avrebbe consentito alle due compagini di insediarsi in pieno centro classifica con Pinerolo e Chieri ’76, ma anche il punticino non è da buttare in quanto consente loro di allungare un pelino sulla zona calda visto che le formazioni che lottano per salvare la categoria prima della sosta hanno dato segni di ripresa ed hanno iniziato a muoversi…