Chieri ’76-Club Italia, 3-0 e zona play-off più vicina


Il terzo confronto del 2012 fra Famila HabiMat Chieri ’76 e Club Italia regala alle biancoblu una vittoria per 3-0 che mancava dalla terza giornata (Chieri-Asti del 28 ottobre), sempre sfuggita nelle due precedenti sfide alla selezione pre-juniores allenata da Marco Mencarelli e Marco Paglialunga.
Ancora priva di Camilla Neriotti a causa dell’infezione alla mano, la squadra di Max Gallo si impone con una prestazione di sostanza più continua di quella avversaria che esalta le qualità del gruppo, con diverse ragazze inizialmente in panchina che sanno ritagliarsi spazi importanti nel corso della gara. Fra le azzurrine, molto fallose (ben 32 gli errori fra battuta, difesa e attacco: il doppio di quelli chieresi) si mettono in luce soprattutto la centrale Sara Bonifacio e l’opposto Anna Nicoletti, entrambe classe 1996.
Grazie a questa vittoria e ai risultati degli altri campi il Famila HabiMat Chieri ’76 arriva alla sosta dell’8 dicembre al sesto posto in classifica insieme a Pinerolo, riducendo di una lunghezza il ritardo dalla zona play-off.

Famila HabiMat Chieri ’76-Club Italia 3-0 (25-11/ 25-17/ 25/20)
FAMILA HABIMAT CHIERI ’76: Gioria 4, Gioia, Zannini 10, Soriani 3, Mautino 11, Burzio 11; Magaraggia (L); Bazzarone, Levra Levron 4, Pesce, Fasano 5, Vergnano (2L). N.e. Nada. All. Gallo, 2° Marangio.
CLUB ITALIA: Perata 3, Botarelli 1, Bonifacio 10, Torchia 2, Nicoletti 12, Trinci 6; Orro (L); Giulia Gennari, Rossi, Mabilo. N.e. Egonu, Berti. All. Mencarelli, in panchina Paglialunga.
ARBITRI: Trappa di Cremona e Cecchinelli di Sondrio.
NOTE: Presenti circa 350 spettatori. Durata set: 20′, 22′, 26′. Errori in battuta: 8-8. Battute vincenti: 10-5. Muri: 5-9.

La cronaca
Primo set – Parte bene il Chieri ’76 con Zannini che mette a segno tre dei primi cinque punti (5-1). La distanza rimane in quest’ordine di grandezza fino all’11-7, con diversi palloni messi a terra da Mautino e Bonifacio. Il punteggio volge nettamente a favore della padrone di case nella fase centrale, sui turni di servizio di Soriani e soprattutto Gioria che piazzano pure tre ace portando la loro squadra a 21-8, complici gli errori ospiti. Zannini, Burzio, Mautino e un attacco fuori di Trinci concludono la frazione 25-11.
Secondo set – All’ingresso in campo Max Gallo conferma opposto Levra Levron, subentrata a Gioia sul 19-8 del precedente set. Al 5-2 iniziale (Burzio e Mautino) risponde il Club Italia che risale a 5-5 con Bonifacio e un ace di Trinci, poi due errori delle azzurrine portano Chieri avanti 8-6 alla prima sosta tecnica. Con due ace e un attacco Mautino dà una scossa al punteggio che sale da 9-8 a 13-8, quando Rossi subentra a Botarelli. Sul 16-12 Levra Levron mette il suo nome a referto trovando un mani-out, per poi realizzare anche il 20-14. Dopo cinque battute consecutive fallite dalle due formazioni Zannini mette a terra gli ultimi due palloni: 25-17. Da segnalare sul 21-16 l’ingresso di Fasano per Mautino e sul 23-17 l’esordio del secondo libero chierese Alessandra Vergnano.
Terzo set – Dopo tre muri consecutivi di Zannini la squadra di Mencarelli e Paglialunga trova punti pesanti con Nicoletti che spinge il Club Italia sul 6-8. Una corta di Fasano, Levra Levron e Soriani incalzano le azzurrine (11-10), che tornano avanti 11-14 con Bonifacio e 14-19 con due ace consecutivi di Trinci. Intanto Mautino dà il cambio a capitan Burzio, e poco dopo Max Gallo sostituisce la diagonale inserendo Bazzarone e Gioia per Levra Levron e Gioria. Il momentaneo 16-20 di Bonifacio è l’ultimo punto ospite. Mautino finalizza lo scambio successivo, poi va in battuta e lì inizia un break di 9-0 che ha le sue principali protagoniste nella stessa Mautino (per lei anche due ace), in Zannini che in fast firma il 20-20, e Fasano che mette a terra tre degli ultimi cinque palloni, compresi un gran colpo di polso in parallela e l’attacco da posto 4 che conclude l’incontro dopo un’ora e 12 minuti.

I commenti
Max Gallo: «Sono contento. È stata una buona gara, a parte un po’ il patema nel terzo set dove c’è stato un calo fisiologico a cui comunque è seguita una bella reazione: questo è molto positivo. Abbiamo giocato una partita intensa con avversarie giovani e di valore. Proseguiamo nel nostro percorso. Ho visto qualche giocatrice che sta venendo fuori dalle difficoltà e questo è un altro aspetto positivo. La cosa che più mi soddisfa è come stiamo lavorando, anche se resta ben chiaro a tutti che dobbiamo ancora migliorare».
Ilaria Fasano: «La partita è andata bene. Abbiamo cercato di mantenere lo stesso livello di gioco per tutto l’incontro, nel terzo set ci siamo lasciate un po’ andare però poi siamo riuscite a non buttarlo via. Nel finale le battute di Bruna sono state molto importanti, c’è stato qualche attacco mio e di Simona ma quella di oggi è una vittoria di tutto il gruppo».

(Foto di Marco Zanetti)