Anna Mezzi e Giulia Bresciani vestiranno la maglia del Fenera Chieri ’76 anche nella stagione 2017-2018. La schiacciatrice trentina e il libero versiliese, coetanee del 1992, rispettivamente alla terza e seconda stagione a Chieri, sono i primi due tasselli del nuovo scacchiere di Luca Secchi.
Raccogliamo i loro pensieri in questa breve intervista doppia.

Il tuo stato d’animo pensando alla nuova stagione che vivrai con il Fenera Chieri ’76?
Anna: «Ho tanta voglia di ricominciare e di rivincita, perché da due anni manchiamo i play-off di un soffio. Provo curiosità per le persone nuove che incontrerò, e tristezza per quelle che non rivedrò, perché quest’anno mi sono trovata molto bene con tutte le ragazze che sono state importanti in questo percorso. Sono felicissima di ritornare a Chieri dove ormai conosco tante persone anche al di fuori della palestra, è bello poter condividere un altro anno con loro. L’unico motivo per cui mi fa piacere stare lontana da Chieri nei mesi estivi sono le zanzare».
Giulia: «Non mi ero mai fermata per due stagioni in una squadra, sono felice che finalmente accada. Non ho mai avuto dubbi sul fatto di voler rimanere a Chieri. Quest’anno non abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati ma mi sono trovata sempre bene, né sono mai venute meno le attenzioni da parte di chiunque fosse intorno alla squadra. Spero si riformi un gruppo bello come quest’anno. Lavoreremo sodo per migliorare sotto tanti punti di vista. Sono contenta di esserci».

Progetti per l’estate?
Anna: «Studierò il più possibile per portarmi avanti con l’università. Dedicherò del tempo alla famiglia, al fidanzato, alla mia cagnolina, alle amiche, a qualche vecchia compagna di squadra».
Giulia: «Passerò l’estate godendomi mare, famiglia, ragazzo e amici. Poi riprenderò a studiare per iscrivermi alla magistrale all’Università di Pisa, dove spero di poter già dare i primi esami a settembre».

Cosa vuoi dire alla tua compagna?
Anna: «Sono contenta di convidere un altro anno con te Giulia! I miei timpani ti ringrazieranno per i ciu superpotenti che romberanno improvvisi in palestra, prendendomi alle spalle per farmi gli scherzoni».
Giulia: «Heylaaa Anna! Studia, goditi l’estate tra gli orsi di Storo, fai emigrare le galline da una montagna all’altra… poi noi ci vediamo a fine agosto! Sono pronta alle tue paturnie mentali sul campo da gioco e, nonostante qua sia tu la psicologa, toccherà a me e alle altre tenere a bada i tuoi momenti in cui non fai che ripetere “scusa signore” …ma non preoccuparti, alla fine sai che se tu ti sposti, ci sono io e la palla tra noi non cade! Ciu e a presto!»