mar 26 2015

Auguri Bersi

Tantissimi auguri a una delle veterane del Chieri ’76, Silvia Bersighelli, che oggi compie 27 anni festeggiando per la quarta volta il compleanno in biancoblu!

mar 22 2015

Fenera Chieri ’76-Dag Castellanza 3-1, terzo posto in classifica sempre più saldo

Il Fenera Chieri ’76 vince lo scontro diretto con la Dag Castellanza con un 3-1 che fa bene. Alla classifica, dove il terzo posto è sempre più saldo. All’autostima e all’ambiente, grazie a una prestazione in crescendo sempre più convincente con l’andare dei punti. Al morale: la sconfitta del sabato precedente a Settimo è già acqua passata.
Contro una formazione molto solida, ordinata e tenace che ha confermato di non occupare per caso i piani alti della gratuatoria, per fare risultato pieno le ragazze di Max Gallo hanno dovuto giocare una partita di sostanza. Inizialmente in grande difficoltà nel mettere il pallone a terra, il Chieri ’76 ha saputo cambiare passo esaltando le qualità delle sue giocatrici nelle diverse fasi del match. Una vera vittoria di squadra.

Fenera Chieri ’76-Dag Castellanza 3-1 (22-25/ 25-17/ 25-15/ 25-22)
FENERA CHIERI ’76: Bersighelli 5, Nasari 17, Soriani 11, Salvi 10, Francesconi 10, Migliorin 2; Agostino (L); Curiazio, Torrese, Marcone 6, Moretto 2. N.e. Levoni, Sandrone (2L). All. Gallo, 2° Druetti.
DAG CASTELLANZA: Roncato, Chiodini 1, Cartabia 11, Sala 11, Ballardini 12, Zingaro 14; Ardo (L); Di Pinto, Elli 4, Baldone. N.e. Landonio, Crotti, Olgiati (2L). All. Maiocchi, 2° Pozzi.
ARBITRI: Cavicchi di La Spezia e Zaia di Genova.
NOTE: presenti circa 250 spettatori. Durata set: 30′, 25′, 25′, 31′. Errori in battuta: 12-16. Ace: 7-3. Muri vincenti: 14-6.

La cronaca
Primo set – Fin dai primi scambi la Dag Castellanza evidenzia una grande solidità a muro e in difesa che mette in difficoltà il Fenera Chieri ’76. Pur con grande fatica nel chiudere il punto le chieresi arrivano avanti 8-5 al primo time-out, per poi difendere il vantaggio anche alla seconda sosta (16-12) e toccare il distacco massimo di +5 sul 17-12. Sul 21-17 va al servizio Zingaro, inizia qui una fase tutta a favore delle varesine che pareggiano a 21 con un ace aiutato dal nastro e salgono a 21-24 (Sala), Max Gallo intanto cerca invano di cambiare l’inerzia inserendo Torrese, Marcone e Moretto. La prima palla set viene annullata da Nasari, nello scambio successivo una doppia in palleggio fischiata a Soriani conclude il set. Castellanza vince 22-25 nonostante i 10 errori punti (di cui 6 al servizio) e con tre giocatrici autrici di 6 punti: Ballardini, Sala e Zingaro. Per Chieri, un misero 22% in attacco.
Secondo set – Una novità nel sestetto biancoblu dove c’è Marcone al posto di Migliorin. Da subito il Fenera Chieri ’76 ritrova la concretezza in attacco mancata nel primo set e, accumulate un paio di lunghezze di vantaggio al primo time-out, le mantiene grossomodo inalterate fino al 19-16. A differenza della prima frazione questa volta le chieresi non si fanno più riavvicinare: Soriani, Salvi e Nasari fanno crescere il distacco a 23-17, infine dalla seconda linea Nasari firma il 25-17 siglando il suo settimo punto. Nel tabellino spicca l’incredibile 65% d’efficacia in attacco del Chieri ’76 che passa con nonchalance da un eccesso all’altro.
Terzo set – Fra le due squadre c’è equilibrio fino al 6-5, quindi il set gira nettamente a favore del Fenera Chieri ’76 a suon di punti di Salvi e Soriani. Nel finale Max Gallo dà spazio a Curiazio e Marcone, proprio Moretto mette a segno gli attacchi del +10 (22-12) e del 25-15. La percentuale in attacco delle biancoblu resta altissima: 50%.
Quarto set – Avvio di frazione a singhiozzo: 0-4 per Castellanza, pareggio biancoblu sul 4-4, ospiti di nuovo avanti di 6 sul 4-10. Da qui in poi il match diventa più combattuto. Un punto alla volta il Fenera si riavvicina beneficiando dell’incisiva azione di Marcone e Nasari. Due splendidi colpi di Francesconi portano il Chieri ’76 a un passo dal pareggio che viene agguantato a quota 13, il turno di servizio di Marcone iniziato sul 9-13 prosegue intanto fino al 16-13 garantendo lo strappo decisivo. Ormai le chieresi hanno l’incontro in mano, giocano una pallavolo molto convincente e da 19-18 salgono con forza a 24-19. Le ospiti annullano tre palle match, alla fine la ricezione perfetta di Agostino permette a Bersighelli di servire a Soriani il primo tempo della vittoria.

mar 21 2015

II Divisione: il Riva Chieri ’76 firma con Villafranca la decima vittoria per 3-0

II Divisione
Riva Chieri ’76-Volley Villafranca 3-0 (25-22/ 25-11/ 25-18)

RIVA CHIERI ’76: Borrello, Colombardo, Perlo, Francesca Lisa, Pizzolato, Balan, Gaido, Lanzetti (L), Martini, Giulia Sandrone, Crivello. All. Garavello, 2° Burzio.

Il Riva Chieri ’76 prolunga la sua striscia positiva battendo 3-0 il Villafranca Volley grazie a una discreta prestazione.
Fino al 10-9 del secondo set si vede in campo una squadra contratta, lenta e con poche idee. Poi come d’incanto – oppure semplicemente grazie alle mosse apportate da coach Garavello – le chieresi si risvegliano dal torpore, le giocate diventano più fluide, il ritmo di gioco sale e anche il pubblico può deliziarsi per alcune belle trame di attacco e bei recuperi in difesa.
La classifica vede le biancoblu al secondo posto ma sempre insidiate dal Testona, per cui guai ad abbassare la guardia!

Prossimo turno, 15ª giornata: San Luigi Santena-Riva Chieri ’76 (Santena, scuola media Falcone, via Tetti Agostino 31, giovedì 26 marzo, ore 21)

mar 16 2015

II Divisione: il Riva Chieri ’76 vince 0-3 a Luserna San Giovanni

II Divisione
3s Luserna-Riva Chieri ’76 0-3 (14-25; 14-25; 15-25)

RIVA CHIERI ’76: Borrello, Colombardo, Perlo, Francesca Lisa, Pizzolato, Balan, Gaido, Lanzetti (L), Martini, Giulia Sandrone, Crivello. All. Garavello, 2° Burzio.

La seconda giornata del girone di ritorno coincide con la trasferta a Luserna San Giovanni. La partita come dimostrano il risultato e i parziali a 14, 14 e 15 è stata vinta agevolmente dalle biancoblu che dopo la vittoria della scorsa settimana contro il Val Chisone conservano il secondo posto in classifica. Coach Garavello ha potuto applicare un ampio turn over in vista dell’incontro casalingo della prossima settimana.

Prossimo turno, 14ª giornata: Riva Chieri ’76-Volley Villafranca (Riva presso Chieri, palestra comunale, via Circonvallazione 3, mercoledì 18 marzo, ore 21)

mar 15 2015

Il Fenera Chieri ’76 strappa un buon punto a Settimo

Il sesto confronto stagionale fra Fenera Chieri ’76 e Lilliput Settimo vede la formazione di Moglio esultare con un 3-2 identico e opposto a quello firmato dalle biancoblu all’andata al PalaMaddalene. Il punto conquistato, prezioso per muovere la classifica e non perdere contatto dalla vetta, premia le ragazze di Max Gallo per la prestazione di spessore fornita contro avversarie in gran forma.
Nessuna delle due contendenti può affrontare l’impegno al completo. Nel Chieri ’76 mancano Moretto e Sandrone, e Levoni è in panchina soltanto per onore di firma. Nella Lilliput un problema al ginocchio limita Biganzoli impedendole di fatto di giocare in prima linea.
Il match è altalenante e intenso, con le padrone di casa che vincono 3-2 in rimonta da 0-1 e 1-2. Le giocatrici in doppia cifra sono complessivamente nove, fra cui Akrari (autrice di 10 muri) e Francesconi che risultano top scorer con 16 punti a testa.

Lilliput Settimo-Fenera Chieri ’76 3-2 (19-25/ 25-17/ 24-26/ 25-17/ 15-11)
LILLIPUT SETTIMO: Bazzarone 6, Roberta Bruno 12, Akrari 16, Midriano 12, Giacomel 11, Biganzoli; Parlangeli (L); Garrafa Botta, Bogliani, Buffo, Cortelazzo 13, Bosi (2L). N.e. Pasca. All. Moglio, 2° Giribuola.
FENERA CHIERI ’76: Bersighelli 4, Nasari 15, Soriani 15, Salvi 14, Francesconi 16, Migliorin 9; Agostino (L); Curiazio, Torrese, Marcone 1. N.e. Levoni. All. Gallo, 2° Druetti.
ARBITRI: Serena e Tarchi di Firenze .
NOTE: durata set: 25′, 26′, 35′, 27′, 18′. Errori al servizio: 12-10. Ace: 5-10. Muri vincenti: 20-13.

La cronaca
Primo set – Fenera Chieri ’76 sempre avanti di un paio di punti, con strappo decisivo dopo il secondo time-out tecnico (14-16). Molto bene il muro chierese, soprattutto con Salvi.
Secondo set – La Lilliput parte forte con Akrari e Giacomel, le chieresi non riescono a rimontare e cedono 25-17.
Terzo set – Qui è il Chieri ’76 a condure sempre con un buon vantaggio, con passaggi a 5-8, 11-16 e 15-25, sul 20-24 però qualcosa si inceppa e Settimo annulla quattro palle set. Sul 24-24 Marcone, entrata al posto di Migliorin, mette a terra il pallone del 24-25, nello scambio successivo Nasari firma l’attacco vincente da posto 2.
Quarto – Sul 5-7 a loro favore le chieresi incassano un break di 10-0 su turno di battuta di Bazzarone (autrice anche di 3 ace) che porta il punteggio sul 15-7. Chieri non riesce più a recuperare e cede di nuovo 25-17.
Quinto set – Tie-break equilibrato fino al cambio campo, a quel punto la Lilliput allunga con Akrari e Giacomel. Sul 14-10 un muro di Bersighelli annulla il primo match point, ma subito dopo le settimesi chiudono con Bruno.

mar 12 2015

Final four Coppa Italia: la semifinale è Fenera Chieri ’76-Studio 55 Ata Trento

La Fipav ha definito il programma della final four di Coppa Italia che si giocherà a Orvieto il 3 e 4 aprile.
Venerdì 3 aprile Il Fenera Chieri ’76 affronterà lo Studio 55 Ata Trento nella prima semifinale (ore 15). L’altra semifinale (ore 18) opporrà la Domovip Porcia alla Zambelli Orvieto. Sabato 4 aprile si giocheranno le due finali, per il terzo posto (ore 15) e per il trofeo (ore 18).

mar 08 2015

Il Fenera Chieri ’76 mura 3-1 la Tecnoteam Albese

Il Fenera Chieri ’76 riscatta lo stop per 3-2 del girone d’andata superando 3-1 la Tecnoteam Albese. L’impegno con la forte formazione comasca, reduce da tre passi falsi consecutivi ma con un organico di indubbio valore, viene affrontato senza Levoni costretta al forfait da un infortunio alla caviglia. Le biancoblu hanno la meglio dopo quasi due ore di continui tira e molla fra le due squadre, fasi di bel gioco e momenti di appannamento. Il Chieri ’76 vince con merito portando ben cinque giocatrici in doppia cifra, aggrappandosi nei momenti di difficoltà a un muro a dir poco superlativo. I 20 punti realizzati a muro (6 nel primo set, 9 nel secondo, 5 nel quarto) parlano da soli.
La vittoria permette di consolidare ulteriormente la terza posizione portando a 11 i punti di vantaggio sul quarto posto (occupato da sabato scorso da Castellanza). Quattro giornate fa il distacco fra la terza e la quarta in classifica era di soli 3 punti.

Fenera Chieri ’76-Tecnoteam Albese 3-1 (25-20/ 25-23/ 21-25/ 25-18)
FENERA CHIERI ’76: Bersighelli 1, Nasari 12, Soriani 12, Salvi 15, Francesconi 15, Migliorin 17; Agostino (L); Curiazio, Moretto, Torrese, Marcone 2. N.e. Sandrone. All. Gallo, 2° Druetti.
TECNOTEAM ALBESE: Galigani, Gobbi 18, Bottinelli 14, Moraghi 8, Franco 11, Colonna; Ronchetti (L); Baradel 2, Castelli 11, Losa, Redaelli 1. N.e. Bossi. All. Cairoli, 2° Boccalupo.
ARBITRI: Pulcini di Pisa e Bertonelli di Massa Carrara.
NOTE: presenti circa 200 spettatori. Prima della gara è stato osservato 1′ di silenzio in ricordo di Gino Benedicenti, già consigliere del Chieri Volley. Durata set: 26′, 29′, 28′, 29′. Errori in battuta: 6-8. Ace: 6-7. Muri vincenti: 20-12.

La cronaca
Primo set – Inizio a strappi: da 4-1 il Fenera Chieri ’76 va sotto 4-7 per torna avanti 8-7 a suon di muri di Salvi. L’equilibrata fase centrale dura fino al 17-16, qui le padrone di casa firmano il break che le porta a 23-16. Il set viene chiuso da una schiacciata di Migliorin che porta al giro di campo sul 25-20. In grande evidenza nel tabellino Salvi (7 punti, di cui 5 a muro) e Francesconi (6 punti col 50% in attacco).
Secondo set – Dopo un inizio tutto a favore delle ospiti (1-6) il time-out chiamato da Max Gallo dà la scossa auspicata al Chieri ’76 che risale a 6-6. Per le biancoblu le cose si mettono di nuovo male sull’11-11 quando capitan Franco trascina il punteggio a 11-16. Al rientro in campo Salvi riporta il Fenera a un soffio dal pareggio (16-17), seguono due scambi favorevoli alle comasche, quindi Nasari, un bellissimo recupero difensivo di Salvi che sorprende l’Albese, e Migliorin firmano i punti del pareggio a 20. L’allungo a 23-20 viene azzerato dalla squadra di Cairoli che recupera a 23-23. Torrese, appena entrata, serve a Bersighelli l’alzata perfetta per Migliorin che firma il 24-23. Nello scambio sucessivo un muro di Francesconi su Moraghi vale il 25-23.
Terzo set – Fino a metà circa, il terzo è il set meglio giocato dal Chieri ’76 nel suo insieme. Dopo l’11-7 di Migliorin si registra però un black-out delle biancoblu che subiscono un parziale di 2-11 e vanno sotto 13-18. Max Gallo inserisce Marcone, Moretto e Curiazio. I recuperi prima a 16-18, poi da 17-22 a 21-22, danno alle chieresi l’illusione di poter ribaltare il punteggio, ma l’incontro resta in mano all’Albese che continua a giocare bene vincendo 21-25 con un muro di Baradel.
Quarto set – Punteggio in bilico fino all’11-9, qui quattro errori consecutivi dell’Albese facilitano il compito al Chieri ’76 che sale a 17-10. Finita qui? Niente affatto: con un parziale di 2-6 le comasche recuperano a 19-16. Soriani interrompe la serie ospite con un preziosissimo attacco in fast, poi sale in cattedra Migliorin. Il punto finale è di Salvi che mette a segno il suo 11° muro personale concludendo l’incontro 25-18.

mar 06 2015

Under 18: il Riva Chieri ’76 cede al Collegno Cus del ritorno degli ottavi

Under 18
Collegno Volley Cus Torino gialla-Riva Chieri ’76 3-0 (25-16/ 25-21/ 26-24)

RIVA CHIERI ’76: Viberti, Rebecca Ceretta, Martini, Perlo, Francesca Lisa, Paola Sandrone (L), Pizzolato, Carlotta Vergnano, Baldassa (2L), Crivello, Gaido, Colombardo, Marchioro. All. Garavello, 2° Burzio.

Dopo il 3-2 dell’andata a favore del Riva Chieri ’76, con un perentorio 3-0 il Cus Collegno Volley si aggiudica il passaggio ai quarti di finale. La sconfitta impedirà alle chieresi di accedere alla fase regionale.
In campo si sono visti meno errori rispetto alla partita di andata ma paradossalmente il risultato è stato diverso. Di sicuro il Cus Collegno ha giocato meglio e con maggior intensità, anche se c’è un pizzico di rammarico per non avere avuto a disposizione l’alzatrice e il libero titolari in una partita così importante ed impegnativa.
Una doverosa parentesi va aperta per ringraziare Chiara per la sua presenza, per essere stata con la squadra per due giorni e per la sua bella prestazione dove ha dimostrato grande personalità. Un affettuoso saluto da parte della società e di tutta la squadra!
Ora occorre girare pagina, guardare avanti senza scoraggiarsi e ritrovare gli stimoli giusti perché a breve inizierà un nuovo girone composto da squadre di ottimo livello e sarà da disputare col massimo impegno per ottenere ulteriori soddisfazioni e continuare a onorare questa bella stagione sportiva fino in fondo.

mar 05 2015

Assegnata a Orvieto la final four di Coppa Italia

La Fipav ha assegnato alla Zambelli Orvieto l’organizzazione della final four di Coppa Italia. Il 3 e 4 aprile le partite che assegneranno il trofeo si giocheranno dunque al palasport Alessio Papini di Orvieto.

Oltre al Fenera Chieri ’76 e alle padrone di case, la final four vedrà in campo la Studio 55 Ata Trento e la Domovip Porcia.
A breve verranno definiti gli accoppiamenti delle due semifinali. Il Fenera Chieri ’76 (che insieme a Porcia è testa di serie in base alla classifica del girone d’andata in campionato), affronterà in semifinale una fra Orvieto e Trento.

mar 02 2015

Under 16: il Chieri ’76 si ferma a un passo dalla fase regionale

Under 16
Chieri ’76-Almese 0-3 (21-25/ 14-25/ 21-25)

CHIERI ’76: Balan, Dattola, Favaro, Gaido, Guelfi, Lanzetti, Federica Lisa, Martini, Pertile, Roasio, Giulia Sandrone, Paola Sandrone (L). All. Garavello, 2° Burzio.

Vinta la fase silver del campionato provinciale, l’avventura del Chieri ’76 termina negli ottavi di finale, a un passo dall’accesso al tabellone regionale.

Contro Almese le biancoblu entrano in campo un po’ molli e gli errori in bagher (6) e in battuta (3) fanno la differenza tra due squadre che lottano con sempre maggiore accanimento su ogni palla. Nonostante un punteggio attivo elevato (ben 16 punti sui 21 realizzati, pari al 76%) a dimostrazione di una buona qualità di gioco complessiva, le chieresi cedono il primo set 21-25.
Nella seconda frazione di gioco, persa per 14-25, la differenza la fanno le schiacciate vincenti: 11 a 4 per le avversarie, complice anche una certa timidezza a muro e su palle non schiacciate ma restituite al di là della rete; l’incremento degli errori, tra i quali 4 gratuiti, 2 schiacciate, 2 primi tempi, completa il punteggio a nostro sfavore.
Anche il terzo set è di sofferenza in particolare per gli errori, ben 15 di cui 6 gratuiti, 3 bagher, 3 schiacciate e 3 servizi. Solo una ritrovata qualità sotto rete (6 schiacciate, 2 muri, 2 palle piazzate e 2 primi tempi vincenti) attenua l’amarezza della sconfitta del set e della partita.
In sintesi, una partita senza la necessaria energia e con troppi alti e bassi, ma che fa crescere perché fa capire una volta ancora che per ottenere qualcosa occorre mettere in campo quel qualcosa in più degli avversari che si chiama voglia di vincere.

Articoli precedenti «

%d bloggers like this: